Crea sito

Monthly Archives: aprile 2014

Home »  2014 »  aprile

FacebookTwitterGoogle+Blogger PostPinterestLinkedInGoogle GmailPrintWhatsAppCondividi con

Mi voglio candidare e fare la lista del PIRLA! È assurdo che un amministratore o una lista risponda ad un cittadino dandogli del “PIRLA”, eppure è così. E un cittadino che deve fare? Denunciare questa amministrazione? Stare zitto? Arrabbiarsi dentro? IO SONO DIVERSO, LO SONO SEMPRE STATO, MI INCAZZO E MI CANDIDO !!! Non so se ci riuscirò, so che il tempo è poco, ho solo 5 giorni per rimettere insieme i temi e le problematiche di cui il Comune di Dovera ha bisogno e, per far questo ho solo bisogno di rispolverare tutte le idee che avevo 15 o 20 anni fa. Già perchè è da questo tempo che il paese è fermo. FARO’ LA LISTA DEL “P”. E “P” sta per pirla, un Pirla che si è stufato di vedere il proprio comune amministrato da persone che non hanno idee per cambiare e dare una nuova faccia a […]

Presto gli italiani sperimenteranno sulla loro pelle le bugie di Renzi “Per reagire ad una presa in giro bisogna innanzitutto essere consapevoli dell’inganno. E bisogna accorgersene prima che sia troppo tardi. Renzi e l’Europa lo sanno bene. Per questo l’uno spalleggia l’altra e viceversa. Almeno fino al 25 maggio: dopo quella data, infatti, il destino di milioni di elettori non sarà più affar loro. Ma se gli va in porto il raggiro, avranno arginato la presa di Bruxelles da parte di milioni di cittadini stanchi di subire. Prendiamo i famosi 80 euro al mese, ad esempio: non sono altro che il cavallo di Troia con cui Renzi vuole entrare in Europa per poi aprire i confini italiani all’austerity della Troika. Innanzitutto non riguarderanno una platea di 10 milioni di italiani. Probabilmente saranno poco più della metà a riceverli, e solo a tempo determinato: solo chi si trova in una fascia […]

di Sergio Di Cori Modigliani La criminalità organizzata detta l’agenda politica di questo paese: da oggi è Legge. Lo dicevo da tempo, e molto spesso alcuni lettori mi chiedevano che cosa intendessi dire. Volevo dire proprio questo: che le cosche mafiose stabiliscono quali leggi debbano essere votate per salvaguardare i loro interessi, avvalendosi della totale copertura nazionale grazie al ricco supporto garantito dai professionisti della cupola mediatica. Due ore fa, il Senato della Repubblica ha votato a favore del decreto legge che ammorbidisce le pene per i mafiosi, favorendo il voto di scambio. Il segnale che questa classe politica dirigente sta dando al paese è quella di spingere la popolazione verso la corruttela istituzionale. E’ un atto inconcepibile. Il M5s è l’unica organizzazione politica presente in parlamento che ha votato contro. La Lega Nord, all’ultimo momento si è astenuta. Don Maroni deve aver spiegato a Don Salvini che la legge […]

“elezioni a Dovera: istruzioni per l’uso” Meditate gente meditate. di Passerotta Nera Paese che vai usanze che trovi, ma sembra che in ogni paese le usanze di chi opera con i sistemi della vecchia politica siano sempre quelli. Nei giorni scorsi, un giornalista di Il Fatto Quotidiano e una di Reporter erano nel Cremasco per un servizio sugli impianti di biogas e nell’elenco dei siti di loro interesse c’era anche il Naturally Energy srl di Barbuzzera, che associa le aziende agricole doveresi Zuffetti (di Diego Zuffetti, il capogruppo di maggioranza in consiglio comunale, che si ricandiderà con passione e Volontà a sostegno di Mirko Signoroni), Casorati, Ogliari e Tamagni. Sull’impianto avrebbero iniziato ad arrivare gli avvisi di garanzia dopo la visita della Digos a inizio anno. La Naturally Energy deve molto al candidato Signoroni per il fatto di esistere. E’ stato infatti lo stesso vicesindaco a comunicare in Provincia che […]

di Sergio Di Cori Modigliani Articolo in contro.tendenza. Sul post di Grillo, i media, i mercati, e l’affermazione del pensiero nazista in Europa. Il post di Grillo di ieri è capitato davvero a fagiolo per poter commentare l’attuale stato delle cose europee, non solo italiane, dato che siamo dentro una guerra europea e siamo in campagna elettorale per le elezioni europee. E’ noto a tutti che Grillo (lo fa da almeno 30 anni) usi l’iperbole come spina dorsale della sua attività di denuncia e diffusione di una interpretazione libertaria dell’esistenza. Non è neppure un mistero e tampoco una novità che sia un’iconoclasta. Dulcis in fundo è il leader simbolico dell’unica organizzazione politica italiana di massa all’opposizione. Inevitabile, quindi, che i suoi post, il suo linguaggio, l’uso delle immagini, abbia un immediato impatto politico su ciò che avviene in Italia e susciti polemiche, dibattiti e interrogativi. Il post di ieri ha […]

Ancora troppi italiani ragionano per “partito preso”. Per partito preso significa che prima si prende parte ad una parte, oppure ad un partito, ed in seguito si rinuncia a utilizzare la propria razionalità oppure senso di giustizia nel valutare le singole situazioni, ma si aderisce a quello che dice (o pensa) il capo della propria parte o partito (questa l’etimologia e buona parte del significato). In altri casi significa che non si vuole esaminare una situazione in dettaglio, e si preferisce rimanere della propria idea, che ormai si è consolidata nella testa. In realtà il modo in cui si formano le proprie convinzioni è un processo molto interessante, che i neurofisiologi stanno cominciando a capire, e le idee originate nell’infanzia e nella adolescenza occupano un posto speciale (ben radicato) nelle regioni del cervello, quindi a volte “partito preso” non è soltanto pigrizia mentale, ma impossibilità a cambiare idee vecchie con […]

“Quando una persona è stanca di subire passivamente, quando una persona si ribella alla quieta disperazione, noi apriamo le nostre porte e le diamo la possibilità di diventare protagonista senza dover leccare piedi maleodoranti per minimo 20 anni.” Noi nel M5S facciamo così. Quando durante i nostri comizi i cittadini chiedono la parola, noi diamo loro il microfono in mano senza alcuna paura, senza alcun timore e rispettiamo la loro eventuale critica. Noi nel M5S facciamo così. I parlamentari, i consiglieri regionali, i consiglieri comunali del M5S che stanno girando l’Italia per fare campagna elettorale passano le notti a casa di amici, cenano insieme a centinaia di cittadini che non conoscono, si spostano sulle auto degli attivisti. Noi nel M5S facciamo così. Quelli che si montano la testa e che iniziano a vantarsi di essere deputati o senatori, noi li deridiamo e li umiliamo col sorriso e il sudore degli attivisti che combattono senza guadagnare […]

Oggi in aula la discussione sulla ratifica per l’accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica francese per la realizzazione e l’esercizio di una nuova linea ferroviaria Torino-Lione (TAV). Dopo le proteste del gruppo M5S Senato, ecco il discorso in dichiarazione di voto del portavoce Marco Scibona:     “Intervengo in dichiarazione di voto con la pacatezza e tranquillità di chi ha la coscienza di avere la ragione dalla proprio parte. Avrei preferito avere alla presidenza il Presidente Grasso, perché quello di cui sto per parlare, lui ne è ben cosciente. Sicuramente avrà modo di leggere il resoconto e di darci la sua visione dei fatti. Presidente, Colleghi Senatori, Governo, non mi rivolgo solo a voi ma anche alla Direzione Nazionale Antimafia ed ai Procuratori generali delle Corti di appello ai quali ho inviato una mia nota. Ho denunciato alla DIA ed ai Procuratori Generali il pericolo connesso alla […]

A TE CHE VOTI PD .. di Luigi Di Maio     “A te che voti Pd: eleggi Pina Picerno al Parlamento italiano? E lei dopo un anno si candida al Parlameno Europeo, fregandosene del tuo voto. Eleggi la Serracchiani al Consiglio Provinciale? Dopo 2 anni è al Parlamento Europeo. Dopo 4 anni alla Presidenza della Regione Friuli. E ora sogna di fare il ministro. Eleggi il Sindaco di Firenze? Dopo 3 anni si candida a fare il Presidente del Consiglio. Perde le primarie ma ci riprova l’anno dopo e ci riesce senza neanche passare per le elezioni. Firenze è un optional. Ma tu che voti Pd, lo sai che un mandato dura 5 anni perché è un arco temporale congruo per realizzare un programma politico? Non per far sostare qualche politicante in attesa di saltare su un’altra poltrona, fregandosene dei punti di programma da realizzare per i cittadini! Nel […]

di Silvia Tozzi   DOVERA – Mirko Signoroni sindaco di Dovera con accanto la Lega Nord? E’ quasi una realtà. Infatti, Forza Italia, partito cui si identifica Signoroni, candidato sindaco di Passione e Volontà (con lui in lista Franco Mosetti, Giovanni Amosi, Giacomo Andena), ha contattato la Lega Nord chiedendo che la lista alle prossime comunali sia unica. La Lega Nord ha una lista quasi pronta ma si è detta disponibile a discutere con Forza Italia su un accordo. Saranno quindi i partiti del Centrodestra ad affrontare Cambiamo Dovera, la lista civica che candida Carlo Viganò alla guida del paese.

Renzie continua a raccontare la balla degli 80 euro al mese, in complicità con giornali e tv di regime. Basterebbe andare a leggersi il testo della legge delega ora in discussione al Senato per scoprire che Renzie ha tolto, alle stesse categorie cui ha promesso gli 80 euro, le detrazioni per il coniuge a carico che valgono 700 – 800 euro all’anno, 65 euro al mese circa. La campagna pubblicitaria del venditore di pentole di Firenze finanziata con il sangue delle famiglie italiane. Un voto di scambio a 15 euro.La tua dignità vale così poco? “Niente più detrazioni per il coniuge a carico: è scritto tra le pieghe della più becera ambiguità del cosiddetto Jobs Act, LEGGE DI DELEGA al Governo, attualmente al vaglio del Senato. La lettera c) dell’art. 5 infatti recita così: “introduzione del tax credit, quale incentivo al lavoro femminile, per le donne lavoratrici, anche autonome, con figli minori e che […]

“La distorsione del sistema Italia e l’affaristica gestione dell’Ad dell’Eni, Paolo Scaroni, vanno in scena anche per mare. Il Movimento 5 Stelle al Senato, sta chiedendo da circa un anno a ministri vecchi e nuovi dell’Ambiente, del Lavoro e dello Sviluppo economico, di rispondere a delle precise accuse in merito alla possibilità che la controllata dell’Eni, la Saipem, possa aver utilizzato personale specializzato, sommozzatori croati, con certificazioni falsificate sulle loro reali competenze tecniche, e che possa aver condizionato a suo favore le certificazioni navali che garantiscono la sicurezza e, indirettamente, anche il valore commerciale della sua flotta off-shore. Se una certificazione è importante, ma è condizionabile, qualche domanda ce la poniamo. Ci chiediamo quanto vale la sicurezza dei lavoratori sulle piattaforme; ci chiediamo se la vetusta flotta off-shore dell’Eni/Saipem è quotata correttamente in borsa; ci chiediamo in quali mari fanno ancorare la Saipem. Forse siamo di fronte al più grande […]

di Silvia Tozzi DOVERA – Nel rispondere all’interrogazione presentata dal capogruppo di minoranza Carlo Viganò, il sindaco Franco Mosetti lunedì in consiglio comunale ci è andato pesante. Viganò aveva chiesto perché non si era andati a gara. L’importo complessivo dei lavori di rifacimento e di adeguamento delle reti fognarie nere del quartiere di via Colombo, quartiere di Roncadello e quartiere a nord di via Lodi, “è di 499.974.36 euro, un importo lavori inferiore per 25 (venticinque) euro dal mezzo milione di euro, per cui è obbligatorio andare a gara, per un intervento complessivo di 725.000 euro”. I lavori sono finanziati per 279.601,35 euro di quota a fondo perduto dalla Stato assegnato dalla Regione Lombardia e c’è un cofinanziamento Ato per l’importo di 371.487,83 euro. “Quindi l’intervento si realizza grazie a contributi di enti terzi, il comune di Dovera mette a disposizione 73.910,82 euro”, aveva spiegato Viganò in sede di presentazione. Mosetti però lo ha gelato: […]

di Silvia Tozzi DOVERA – Oggi presso la scuola media si è svolto il secondo incontro con la cittadinanza organizzato da Cambiamo Dovera, lista civica che candida a sindaco Carlo Viganò di Barbuzzera. L’argomento è stata la scuola e Viganò ha discusso con gli intervenuti, in massima parte genitori di alunni delle scuole dell’obbligo, di accorpare in un unico edificio scuola media e scuola primaria. “Dato che dall’anno prossimo i bambini di Crespiatica non frequenteranno più la scuola media di Dovera” (la scuola materna di Crespiatica è stata ceduta a Lodi perché era in difficoltà. La dirigenza si è detta disposta a prenderla a patto che i ragazzini del paese frequentino la scuola media a Lodi) “avremo nel giro di tre anni una sola sezione” (l’anno prossimo due seconde, due terze e una prima, tra due anni una prima una seconda e una terza…) “quindi la mia proposta, per ottimizzare gli spazi, […]

di Silvia Tozzi DOVERA – Il consiglio comunale di Dovera ha finalmente approvato il regolamento relativo la detenzione di cani sul territorio comunale, rinviato lo scorso mese perché l’amministrazione non aveva saputo se accogliere o meno le osservazioni presentate dal capogruppo di minoranza Carlo Viganò. La seduta è stata condotta dal vicesindaco Mirko Signoroni perché il sindaco, Franco Mosetti, dicendo di essere autorità proponente (ma lo era anche nella seduta scorsa, quando era rimasto in sala), ha comunicato non avrebbe potuto partecipare alla discussione. La seduta è così stata presa in mano da Viganò, che di fatto ha illustrato il punto: “Ritiriamo le osservazioni in quanto in conferenza dei capigruppo sono state accolte e si è trovato un accordo. Si è deciso di fare riferimento al regolamento locale igiene per quanto concerne la tipologia e le dimensioni delle cucce, è stato vietato l’esercizio di violenza e coercizione durante l’allevamento, il mettere in atto pratiche […]

di Silvia Tozzi DOVERA – Mercoledì sera durante un’assemblea pubblica in cui l’ha fatta da leone parlando per quasi due ore senza sosta, il sindaco di Dovera Franco Mosetti ha riassunto così le opere che avrebbe dovuto realizzare in questi cinque anni e che non ha fatto. Il polo scolastico, il centro anziani, la tangenziale, la creazione di posti di lavoro e la nuova biblioteca. Saltando di pari passo altre cose non realizzate, come ad esempio la nuova sede delle associazioni a Postino. In ogni caso, su quanto ha ammesso di non aver realizzato ha avuto spiegazioni. Per la scuola, su cui l’amministrazione aveva istituito una specie di tassa di scopo, l’Addizionale Irpef (che nonostante la scuola non si farà, è rimasta), ha spiegato che non vi sono risorse. “Abbiamo un avanzo di 214mila euro, ma non possiamo usarlo”, ha detto. Scordandosi di aggiungere che non lo si può usare da quest’anno, […]

Danilo Toninelli .. una persona seria .. pulita .. e soprattutto onesta … e poi dai é CREMASCO come me.

di Cella Claudio L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. L’articolo 1 della nostra Costituzione è di una chiarezza tale che non lascia spazio a dubbi, noi siamo i sovrani ed esercitiamo questa sovranità nelle forme e nei limiti che la Costituzione stessa detta. Ma se qualcuno modifica le forme e i limiti della Costituzione, se qualcuno cambia le regole della partecipazione dei cittadini alla vita politica, allora è nostro dovere alzarci e gridare che i nostri diritti vengano rispettati. Se quel qualcuno poi, è per legge (Berlusconi) esonerato ad occupare cariche pubbliche e di occuparsi della cosa pubblica; se quel qualcuno è un politico (Verdini) della peggior specie; se quel qualcuno poi (Renzi) è il segretario di un partito che si è autoeletto (con l’appoggio di Rè Napolitano) a Presidente del Consiglio senza […]

  di Silvia Tozzi DOVERA – Attilio Rossetti capogruppo doverese della Lega Nord, ha accusato l’amministrazione comunale di aver sprecato risorse pubbliche: 350 mila euro per consulenze e incarichi esterni. A Dovera, per esempio, c’è il direttore generale, figura abolita nel 2009, mentre “invece di usare risorse interne agli uffici si ricorre a professionisti esterni”. Per Rossetti l’amministrazione “non vuole ridurre gli sprechi e contenere i tributi locali, ma si vanta di essere la prima amministrazione ad aver fatto richiesta di iscrizione nell’elenco speciale dei giornalisti per il notiziario comunale”. Già in coda a questo articolo di Rossetti sul giornalino comunale il sindaco Franco Mosetti  aveva puntualizzato che il leghista “va a rovistare tra i rifiuti”, dove ha trovato appunto le copie de Il Germoglio buttate via. “La stampa de Il Germoglio è andata a gara per 1800 copie, ma tutte le offerte arrivate, anche quella di chi ha vinto, sono per 2000 copie. […]