Crea sito

Tag Archives: ITALIA ALLO SFASCIO

Home »  Tag: ITALIA ALLO SFASCIO

di Sergio Di Cori Modigliani La valorizzazione del concetto di “annuncio”, che in Italia, dal punto di vista della comunicazione, ha sostituito sia i contenuti che la sostanza, sta iniziando a presentare il conto. A tutta la nazione di cinici ipocriti. Se ne accorgono, oggi, gli industriali e gli iscritti a Confindustria che cominciano a capire il risultato tragico dell’essere furbi. Perché se c’è una cosa che nel mondo degli affari, dell’impresa, del commercio e dell’economia in generale non serve ed è fondamentalmente contro-producente, è proprio quella di lanciare delle parole d’ordine, annunciare delle scelte e poi non far corrispondere in termini reali un’azione conseguente. E’ un po’ come se il direttore generale della Juventus annunciasse oggi che la società ha acquistato Cristiano Rolando, Leo Messi e Zlatan Ibrahimovic per la prossima stagione, tanto per superare l’estate e far parlare di sè, convincendo i tifosi ad acquistare l’abbonamento allo stadio; […]

FacebookTwitterGoogle+Blogger PostPinterestLinkedInGoogle GmailPrintWhatsAppCondividi con

“Le false cooperative in Italia rischiano di farne chiudere quasi 4 mila tra quelle vere; danno occupazione, senza offrire tutele, a circa 120 mila lavoratori e causano un danno per le casse dello Stato pari a 750 milioni di euro. Chi ci ha accusato di sciacallaggio, o ironizzava e sminuiva la nostra battaglia per garantire maggiore trasparenza e più controlli nel settore del no profit, è definitivamente zittito da questi dati, diffusi in questi giorni da Legacoop”. Lo affermano i deputati M5S in commissione Affari Sociali. “Ancora una settimana fa, durante la discussione della riforma del Terzo Settore, avevamo ampiamente avvisato governo e maggioranza circa i rischi sulla mancanza di trasparenza e di adeguati strumenti di vigilanza, proponendo correttivi. Per garantire controlli più efficaci sarebbe stato necessario destinare maggiori fondi al sistema ispettivo e reintrodurre un organismo di controllo autonomo, come abbiamo richiesto: l’Agenzia indipendente per il Terzo Settore. Il […]

da Sergio Di Cori Modigliani Il prossimo ottobre gli italiani andranno a votare un referendum per scegliere se accogliere oppure bocciare la riforma della costituzione vigente. Chi la vuole mantenere così com’è voterà NO. Chi, invece, la vuole modificare, voterà SI. Messa così (e riferita a cittadini stranieri di un paese normale) farebbe presupporre che l’Italia sia un paese nel quale si sta facendo strada il principio della democrazia diretta e il popolo sovrano si assume la responsabilità adulta della propria scelta. Purtroppo, non è così. I sostenitori e cultori della democrazia diretta, che amano usare la parola “popolo” come se si trattasse di un corpus unico, dimenticano (o forse lo ignorano) che senza cultura, senza strumenti interiori e senza informazioni, la democrazia diretta diventa la strada più veloce per tirare la volata ai prepotenti, ai bulli, agli opportunisti e ai demagoghi. Basterebbe leggere i dati di un tragico sondaggio […]

di Sergio Di Cori Modigliani Come avevo preannunciato nel post di ieri, la nostra baldanzosa cupola mediatica ha cercato di intortare i cittadini votanti, facendo loro credere che i mercati stanno crollando per colpa dei greci. Poveri ellenici! Un’economia che ha un pil ridotto a 180 miliardi di euro, pari a 11 volte di meno di quello dell’Italia. Denunciare, fino a qualche mese fa, era un imperativo categorico, un obbligo etico. Ormai, in Italia, i tempi della denuncia sono passati: è inutile e addirittura fuorviante. Anche il bambino più sprovveduto ha capito come stanno le cose e le differenze tra i pensanti che hanno divergenze di opinione si manifestano ormai nei dettagli e in alcune specificità tecniche. Per il resto si è d’accordo nell’aver capito che siamo oggetto di falsificazione perdurante e quindi chi è credente preghi, e per gli altri tanto vale stare tranquilli e cercare di comprendere (nei […]